Vendita prodotti antincendio: c’è anche il prodotto che fa per voi

09/02/2016 posted by

Quello della vendita prodotti antincendio è un mercato al quale spesso non pensiamo, se non obbligati da leggi e regolamenti relativi alla sicurezza sui luoghi di lavoro; eppure il rischio di incendi è un pericolo molto concreto e reale, e minaccia le nostre case esattamente quanto i nostri capannoni o uffici. Se in ambito aziendale e industriale però è appropriato equipaggiarsi di allarmi, rilevatori di calore, e idealmente sistemi a spruzzatori localizzati che possano debellare qualsiasi focolaio d’incendio in pochi secondi, nelle case si trovano spesso tutt’al più dei semplici rilevatori di fumo: e sebbene questi, specie se collegati ad un allarme e alla stazione dei vigili del fuoco, possano decisamente salvare le nostre vite, non possono far nulla per contenere le fiamme mentre aspettiamo l’arrivo dei soccorsi. Per questo dovremmo tutti interessarci alla vendita prodotti antincendio, se non altro per quanto riguarda i suoi dispositivi base come gli estintori.

Non c’è area della casa, infatti, che non contenga materiali infiammabili: e come potrà spiegarci semplicemente qualsiasi addetto specializzato alla vendita prodotti antincendio, esistono diversi tipi di estintore per spegnere fiamme di origine diversa: utilizzare quelli sbagliati, infatti, potrebbe non avere alcun effetto, o addirittura peggiorare la situazione. In un garage occorrerà un estintore che possa gestire fiamme da benzina, o da solventi, mentre in cucina (o in salotto, se ad esempio abbiamo un caminetto) basterà un estintore generico a polvere, e ancora, in casa, potrebbe servire un estintore specifico per fiamme di origine elettrica, nel caso di un malfunzionamento dell’impianto elettrico.

Non tutti siamo esperti del settore, tuttavia, e di fronte alla grande varietà disponibile presso le aziende di vendita prodotti antincendio è possibilissimo trovarsi un po’ confusi e disorientati. Sarà un’ottima occasione per verificare la preparazione degli addetti, che è un ottimo indicatore della qualità dell’azienda stessa; e non dovremo dimenticarci di assicurarci che l’azienda offra anche una specifica istruzione sull’utilizzo degli estintori stessi. Essere di fronte ad un incendio non lascia sicuramente tempo per scoprire come usare un dispositivo mai visto prima, e la situazione diventerebbe ancora più pericolosa: come norma generale, comunque, qualsiasi addetto di vendita prodotti antincendio potrà confermarvi che l’utilizzo di un normale estintore si articola su quattro fasi.

Per prima cosa, dovrete indietreggiare rispetto alle fiamme di circa due o tre metri, puntare l’ugello verso le fiamme, e tirare la spinetta d’arresto. Fatto questo dovrete mirare alla base delle fiamme – puntare in alto è uno degli errori più comuni – e premere lentamente, in maniera uniforme, la leva. In questa fase, al primo contatto dell’agente antincendio con le fiamme, queste potrebbero per un istante divampare più alte: è proprio per questo che è una saggia norma di sicurezza farsi indietro come prima cosa, così da non esserne avvolti. Per finire, dovrete muovere orizzontalmente l’ugello, avvicinandovi lentamente, e sempre mirando alla base delle fiamme. Ma ancora prima di fare tutto questo, vi sottolineerà qualsiasi specialista in vendita prodotti antincendio, assicuratevi che tutti siano usciti dalla stanza e dall’edificio, e che i soccorsi siano già stati chiamati: è la competenza a spegnere gli incendi, e non l’incoscienza.

Nessun commento