Il gancio da traino è un dispositivo che viene montato sull’automobile al fine di spostare rimorchi o carichi leggeri. È molto utile ed è un accessorio ideale non solo per i possessori di camper ma anche per tutti coloro che vogliono portare volumi leggeri. Ovviamente esistono tanti tipi di modelli diversi con caratteristiche molto variegate. Al fine di procedere alla scelta e all’acquisto di questo sistema di traino è opportuno vagliare le tipologie esistenti e la normativa per l’installazione e il trasporto.

Gancio da traino: cos’è e come funziona

Si tratta di un dispositivo a sfera per rimorchi leggeri, questo vuol dire che non è possibile trasportare più di 750 kg con la propria auto. Per poterlo utilizzare è necessario effettuare prima un collaudo, poiché il dispositivo deve essere omologato. Il codice della strada all’articolo 78 stabilisce che è opportuno avere con sé la dichiarazione di montaggio di colui che ha provveduto ad installare il dispositivo, la documentazione tecnica, la carta di circolazione, il pagamento di 25 euro alla motorizzazione, l’imposta di bollo di 14.62 euro e la domanda TT2119. Acquistare il gancio è molto semplice, è possibile visualizzare i modelli sui siti online specializzati o nei negozi che vendono articoli per autoveicoli. Ovviamente i modelli più economici valgono quello che costano, per questo bisogna fare molta attenzione. Affinché un gancio sia sicuro deve sempre avere la garanzia, il libretto dove sono esplicate le modalità di montaggio, la qualità e un costo che si rapporti in modo adeguato alle prestazioni. Questo vuol dire che scegliere un gancio eccessivamente economico, costruito in materiale scadente o ancora che prevede delle alterazioni alla vettura per il montaggio, è sempre una pessima idea. Si tratta di un investimento importante che deve trainare un carico non certo leggerissimo e per questo è opportuno valutare bene prima di scegliere.

Le caratteristiche da valutare nell’acquisto di un gancio da traino

PREZZO

Questa è la parte più importante per molti, ognuno ha un budget a disposizione ed ovviamente vuole rientrarci per poter acquistare un gancio da traino. I modelli più economici costano circa 100 euro e sono di tipo fisso, mentre i modelli economici per i ganci estraibili a scomparsa costano almeno 200 euro. Quindi il doppio. Ovviamente i prezzi possono lievitare parecchio, maggiore è la qualità e le caratteristiche del prodotto, più elevato è il prezzo, arrivando anche a 400 euro. Oltre il costo dell’acquisto dovete comunque tener conto del prezzo dell’installazione che può aggirarsi sui 100/150 euro se svolta da un professionista.

ESTRAIBILE O A SCOMPARSA

Al di là delle differenze di prezzo di questi due modelli è bene valutare la loro utilità. Il gancio estraibile è molto facile da utilizzare e anche molto sicuro. Quando non occorre può essere addirittura rimosso dall’auto con facilità. L’utilizzo e quindi l’acquisto di questo modello è pensato per coloro che non utilizzano spesso il gancio ma lo fanno di tanto in tanto, è inoltre consigliato per coloro che non vogliono impattare sull’estetica dell’auto e desiderano non vedere quel pezzo che compromette l’insieme della vettura. Il gancio estraibile inoltre si divide in due tipologie, c’è quello in orizzontale che si smonta molto facilmente e non richiede attrezzatura e quello verticale. Anche in questo caso il montaggio è facilitato ma cambia l’estetica e la tipologia di estrazione. Il secondo modello risulta essere più grosso e robusto del primo. Il gancio a scomparsa invece può essere agganciato con una leva e poi può essere nascosto. Questo è di serie in molte auto di fascia alta, tuttavia non è un modello adatto a tutti.

GANCIO FISSO A SFERA

Tra le varie tipologie sono disponibili il gancio fisso a sfera, molto utile per macchine come i fuoristrada. Dotato di un perno centrale molto stabile, può essere smontato manualmente ma è il più economico. Il gancio fisso per le vetture è simile ma ha una conformazione differente da quello per i fuoristrada, il perno è più allungato ma è altrettanto economico.

KIT ELETTRICO

Attenzione all’acquisto quando leggete le specifiche del kit elettrico. La centralina elettrica è indispensabile e deve essere adottata per evitare problemi di sovraccarico. Il kit di cablaggio prevede una presa specifica, ovviamente per risparmiare è possibile chiedere all’elettrauto di fare un cablaggio artigianale ma questa non è certo la via più sicura.

VERIFICA

Uno dei passi da compiere prima di acquistare un gancio da traino è la verifica della propria auto. Questa serve in primis a conoscere la possibilità o meno di installare un gancio (bisogna leggere sul libretto di circolazione dove dev’esserci una specifica per il gancio da traino). Qualora non fosse indicata tale possibilità bisogna rivolgersi alla casa automobilistica per avere un nulla osta per l’installazione.

La decisione finale: la sicurezza al primo posto

Scegliere un gancio, per chi non ha mai dovuto valutarne l’acquisto, potrebbe essere più difficile del previsto. La cosa migliore è fissare un budget e orientarsi alle migliori caratteristiche per quella cifra, dando sempre priorità alla sicurezza e poi all’estetica. Un modello sempre utile è il gancio estraibile in orizzontale, si tratta di un buon compromesso qualità-prezzo che può fare felici tutti. Prima dell’acquisto bisogna sempre accertarsi di tutte le procedure burocratiche da seguire al fine di non avere problemi nella procedura di installazione una volta acquistato il pezzo.