Capire i vantaggi di una tecnica moderna richiede sempre di analizzare le caratteristiche di quelle utilizzate in precedenza, per evidenziare le differenze e i miglioramenti. Questo discorso vale anche per la depilazione definitiva: una tecnica moderna per risolvere un problema, i peli superflui, affrontato per anni diversamente.

Il Rasoio è probabilmente la più antica, e la più famosa, di tali soluzioni: ha dalla sua alcuni obiettivi vantaggi. Infatti è sicuramente un metodo economico, probabilmente anzi il più economico fra tutti; si può usare senza problemi anche in casa propria; e per un rapido ritocco è obiettivamente comodo. Ma se i suoi punti di forza si fermano qui, va riconosciuto che si accompagnano, purtroppo, a difetti significativi: è un metodo lento, non molto efficace nella durata, scomodo da utilizzare quando si devono raggiungere zone meno accessibili del corpo, e purtroppo significativamente doloroso, specie sulle parti intime.

La soluzione di tipo opposto – legata al lavoro di un’estetista, non domestica, e complessa – ha avuto grande fortuna nel passato per una sua obiettiva efficacia immediata. Ci riferiamo alla ceretta, che obiettivamente rende la pelle subito molto liscia. Purtroppo, ricoprire la pelle di cera calda che viene poi strappata – insieme ai peli in essa invischiati – con lunghe strisce di tela o carta ha due svantaggi significativi: da un lato è famosa per essere molto dolorosa, e dall’altro, obiettivamente più grave, sottopone i tessuti ad uno shock termico che può essere in seguito causa di problemi ben più gravi dei peli superflui.

La soluzione costituita da tutta quella serie di prodotti che hanno il nome collettivo di “creme depilatorie”, e che ha avuto un periodo di grandissima diffusione e successo, si posiziona in un certo modo a metà fra le due precedenti. Tali prodotti, progettati per permettere un trattamento frequente e semplice del problema dei peli superflui, sono di facile applicazione e non causano alcun tipo di dolore. Purtroppo, tuttavia, danno risultati di durata breve, e soprattutto – sebbene siano, naturalmente, sottoposti a controlli severi e scrupolosi al momento della produzione – devono, per funzionare, contenere sostanze chimiche aggressive, che possono sempre essere una causa, specie se applicate spesso, di allergia o irritazione.

Chi ha letto con attenzione questo piccolo riassunto dei metodi di epilazione avrà sicuramente notato, pur fra tante differenze, un punto negativo che tutte le tecniche che abbiamo elencato presentano, ed è un punto fondamentale: stiamo parlando della durata dei risultati. Nessuna, fra le tre soluzioni tradizionali che abbiamo esposto, offre infatti una soluzione permanente al problema: in tutti i casi, i peli ricrescono, e i trattamenti devono essere periodicamente ripetuti. Non così con la depilazione definitiva laser, dove un raggio di luce ad alta energia elimina ciascun pelo superfluo in maniera permanente e irreversibile – e il tutto con i migliori vantaggi delle tecniche tradizionali:

1- nessuno shock termico – con la depilazione laser non si versano sostanze calde sulla pelle – al contrario, si applica un apposito gel proprio per proteggerla da qualsiasi tipo di riscaldamento eccessivo;

2- nessun dolore – poichè nulla viene tagliato o strappato, ed è solo un raggio di luce che agisce sui peli eliminandoli, viene eliminato ogni rischio di dolore;

3- soluzione definitiva -una dozzina di sedute bastano, con la distruzione completa dei peli offerta del laser, a rendere la pelle liscia in maniera permanente: una soluzione assoluta!